home - contatti - link - chiamateci +41 91 857 58 80
Logo Ated - ICT Ticino
giovedì, 10. novembre 2016

TecToday

Social engineering - l'hacker gentiluomo

Liceo cantonale di Bellinzona - aula multimediale

Giovedì 10 novembre 2016, ore 18.00

 

Nell’ultimo decennio le minacce alla sicurezza informatica delle aziende hanno avuto un drastico aumento. La costante crescita della complessità delle infrastrutture e del numero d’interconnessioni fra di esse hanno portato non solo innovazione e prosperità, ma anche nuovi rischi e ulteriori vettori di attacchi cibernetici.

I cyber attacchi costano annualmente miliardi di dollari all’economia mondiale, superano addirittura il fatturato globale del
traffico illecito di stupefacenti. I recenti attacchi scagliati contro le imprese sono molto raffinati.

Non si tratta più di semplici attacchi digitali contro delle macchine, ma sempre più coinvolgono e sfruttano il fattore umano: da qui nasce il Social Engineering.

Ivano Somaini della Compass Security Schweiz AG ha saputo sintetizzare le sue due grandi passioni: la recitazione (è stato
membro attivo del gruppo di recitazione amatoriale del liceo di Coira) e l’informatica (ha un master in sicurezza informatica al
politecnico di Zurigo) in una professione: Social Engineering.

Questa conferenza vi permetterà di confrontarvi con i metodi e le strategie di un ingegnere sociale professionista. Verranno illustrati i nuovi vettori d’attacco disponibili e sfruttati dai cyber criminali.

Ivano Somaini vi presenterà molteplici scenari d’attacco che ha realmente eseguito con successo a vere aziende, durante i suoi ultimi cinque anni di esperienza come ingegnere sociale.

Questi scenari superano di gran lunga gli approcci più conosciuti, come ad esempio le e-mail di phishing.

Vi spiegherà come le più piccole e apparentemente insignificanti informazioni rilevate gli abbiano permesso d’intromettersi digitalmente e fisicamente in aziende con un alto tasso di sicurezza, sotto le spoglie di un infiltrato.